Sa., 18. Sept. | Boschetto Ciani

NEL NOME DI CHI?

Cosa significa essere madre di un terrorista? La domanda apre una voragine profonda capace di sconvolgere l’intera esistenza. Valeria Collina, madre del giovane Youssef Zaghba (uno degli attentatori al London Bridge) racconta la propria lotta alla radicalizzazione dei giovani.
NEL NOME DI CHI?

Orario & Sede

18. Sept., 15:00
Boschetto Ciani, 6900 Lugano, Svizzera

L'evento

Cosa significa essere madre di un terrorista? La domanda apre una voragine profonda capace di sconvolgere l’intera esistenza. Valeria Collina, madre del giovane Youssef Zaghba, ha scelto di raccontare la propria storia per poter offrire un significativo contributo alla lotta contro la radicalizzazione islamica. Un racconto aperto, sincero. Una madre capace di offrire al pubblico un pezzo importante di intimità per aprire alla riflessione.

Valeria Khadija Collina è la madre di Youssef Zaghba, morto sul London Bridge il 3 giugno 2017 dopo aver ucciso, insieme ad altri due attentatori, otto persone. Italiana convertita all’islam, si era trasferita in Marocco insieme al marito e, dopo essersene allontanata, è tornata in Italia. Dopo la morte di Youssef ha fondato l’associazione Rahma - “misericordia” - per la promozione dell’integrazione e la lotta contro la radicalizzazione dei giovani musulmani in Italia. Per Rizzoli ha pubblicato il libro “Nel nome di chi”.

Condividi questo evento